I professionisti e la mucca viola

In tempi difficili come questi torna assolutamente utile rileggere ( o, in caso, scoprire per la prima volta) uno dei grandi vecchi del marketing, Seth Godin, noto al mondo per imperdibili volumi come “ La mucca viola. Farsi notare (e fare fortuna) in un mondo tutto marrone” o “ Il ruggito della mucca viola”. Che cos’è la mucca viola? La Mucca Viola è qualcosa di fenomenale, inatteso e assolutamente incredibile che è dentro il prodotto/ servizio. Una banalità? No di certo, perché, per i professionisti, essere “una mucca viola” vuol incrociare la propria identità ( leggi anche originalità) con le esigenze dei Clienti in un modo che colpisce e rimane impresso. Certo, lo so, sento già alzare il coro di chi ricorda che Godin illustra esempi inavvicinabili per un professionista: Ikea, Apple, Google, Logitech e Starbucks, solo per citarne qualcuno. Ma non è così.

Anche in Italia e nel nostro mondo professionale esistono esempi che ci portano a dire che si può fare, che strade diverse sono percorribili…

Non ne siete convinti? Ecco due “professionisti con la mucca viola” 100% made in Italy: il primo notaio, il secondo avvocato.

Il dottor Carmelo Candore è notaio in Arcisate (Varese), non lontano dalla ridente Svizzera e ha di recente aperto il blog www.ilnotaioelamuccaviola.it che, come lui stesso ha affermato, vuol essere una piazza di scambio per esprimere il suo pensiero e raccontare quelle che definisce “cronache notarili”: ovvero, uno spaccato di vita quotidiana sulle esperienze di un professionista con un approccio nuovo al proprio lavoro.

E’ vero, la figura del notaio è sempre stata vista con un ossequioso distacco, l’emblema di una casta infrangibile, per alcuni. Ebbene, il notaio Candore ha scelto di rompere gli schemi partendo dal presupposto che anche il notaio è un imprenditore inserito in un mercato che – afferma – deve avere i canoni della libera concorrenza.

Da qui il sito ma soprattutto il blog, per un dialogo diretto e meno paludato con i clienti. Se l’esperimento è riuscito, lo lasciamo dire ai numeri ( e alla rassegna stampa) : 10mila contatti sul sito in soli due mesi e 2mila visite al blog, oltre ai 4 mila “mi piace” ottenuti dalla pagina Facebook.

Il secondo esempio viene da Cosenza dove opera l’avvocato Angelo Greco. Qui, forte di un team di collaboratori, ha dato vita al sito LA LEGGE PER TUTTI, un’originale presenza sul web che sta riscuotendo consensi grazie ad un mix vincente che vede l’integrazione di strumenti di comunicazione diversi: sito/blog, pagina Facebook,apparizione Tv ( riproposta su YouTube) e una scelta di contenuti e linguaggi diversi dall’usuale. Infatti, “la mucca viola” dell’avvocato Angelo Grego è la scelta di dare vita ad un’informazione giuridica alla portata di tutti. Come dice lui stesso, ” la nostra esperienza di giuristi ci ha portato a scontrarci con una realtà dove l’informazione giuridica online, rivolta al cittadino, è assolutamente carente o, quanto meno, sintetica.. Difficile è trovare uno spazio web dove il cittadino (e non l’autore dell’articolo) sia al centro dell’informazione.Invece, Internet è il luogo dove la cultura diventa democratica e di tutti. Non è accettabile quindi pensare ancora a una conoscenza, quella giuridica, che seppur nata proprio per il cittadino, a questi è sottratta e non spiegata. Così abbiamo inteso creare un portale innovativo, dove la legge, illustrata da avvocati (o da esperti del diritto), fosse restituita al cittadino ed alla comprensione di tutti. Senza più bisogno di tecnicismi.”

Anche in questo caso, la scelta è stata premiata da copiose visite, richieste di contatto e.. nuovi clienti. E come dice l’avvocato Greco, un po’ provocatoriamente “Chi non esiste sulla rete, ormai, non esiste più neanche nella realtà.”

Cosa imparare da tutto ciò? Primo fra tutto che sul web lo studio professionale può trovare un suo spazio di visibilità quando diventa originale e identitario. Sopratutto in tempi di cambiamento come questo, è importante essere riconosciuti per la propria specificità In secondo luogo non occorre, a volte, essere dei superesperti ..basta trovare una chiave originale di lettura della realtà che ci circonda. Insomma.. le mucche viola all’italiana esistono davvero..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...